La sfortunata storia di Indil Narmolanya

Indil Narmolanya è l’ultimo personaggio fantasy che ho giocato in una sessione di Gioco di Ruolo dal Vivo. Indil è un elfa rinnegata, dedita alla stregoneria e alla magia nera, il suo più fedele compagno è il Lich Stregone Gurubùrz, con il quale perpetua antichi rituali occulti e progetta nuovi e sinistri modi per acquisire potere.

Indil era stata originariamente creata per essere interpretata in un’associazione di gioco di ruolo romagnola, che non valeva neanche l’impegno di scrivere il background. Io e il mio compagno (Gurubùrz) aveva preparato con cura ogni dettaglio, desiderosi di provare a giocare finalmente insieme. Al di là della delusione per esserci impegnati per niente con trucchi, costumi e interpretazione, l’ambiente era decisamente poco maturo e pieno di campanilismi.

Alla seconda sessione, abbiamo deciso che non saremmo tornati poiché l’interpretazione veniva sacrificata in nome di scontri insensati, gag comiche da due soldi, continue uscite fuori giochi fatte in particolar modo dagli organizzatori, che usavano i giocatori come PNG per le storie che creavano sui loro personaggi.

Nonostante nel panorama dei GRV queste siano costanti risapute, l’elevate quantità di pressapochismo ci aveva così tanto scoraggiato da decidere di evitare il genere fantasy per po’.

Indil e Gurubùrz furono tirati fuori dai nostra guardaroba del fantastico per un altro evento, che per quanto fosse meglio strutturato, i nostri personaggi non erano adatti al gioco. Per il live in questione, avevamo capito che il tema sarebbe stato sul fantasy, ed anche se i personaggi potevano venire da universi diversi, pensavamo di incontrare elfi, guerrieri con spada e scudo, maghi e sacerdoti di divinità fantastiche. All’evento Indil e Gurubùrz si sono trovati a dover interagire con dei Power Ranger, esploratori di un Vault di Fall Out, personaggi presi da video giochi vari, serie tv et similia.

Personalmente non amo questo genere di atmosfera; anche se la location era molto bella, le persone piacevoli e impegnate a recitare il loro ruolo, non sono riuscita a divertirmi e godermi l’evento come avrei voluto.

Concluso il live, io e il mio compagno, abbiamo decretato che Indil e Gurubùrz sono davvero dei personaggi maledetti. I loro vestiti sono stati messi con cura in fondo guardaroba fino a tempi migliori.

Annunci